Si prega di selezionare la regione preferita

Central South America

Si prega di selezionare la regione preferita

Central South America

Articolo

Il Futuro Dell'innovazione Nell'ambito della Prevenzione delle Perdite

August 13, 2018 Scritto daCatherineWalsh

Condividere

Abbiamo già parlato di come le analisi rivoluzioneranno la LP e di come i dati hanno già trasformato la LP, so I want to take a moment to look at how innovations in Loss Prevention (LP) analytics will have a strong impact on a retailer’s day-to-day operation and the bottom line. 

Un flusso costante di intuizioni sui punti vendita

I retailer più fortunati sono favoriti da un flusso costante di acquirenti. Questo però rappresenta una sfida più difficile per la prevenzione delle perdite e complica gli sforzi per identificare i taccheggiatori dotati di borse con fodere metalliche e i membri di organizzazioni ORC. Ottenere una visione d'insieme degli eventi ORC o persino dei dati geografici degli acquirenti può portare a misure più utili di prevenzione delle perdite. Per esempio, se i retailer disponessero di una mappa dei dati delle attività ORC, potrebbero individuare un'area specifica in cui si sta svolgendo un'attività ORC e raggruppare i negozi coinvolti nello stesso tipo di eventi. Queste intuizioni possono offrire ai retailer analisi su cui basare decisioni proattive in grado di ridurre gli eventi ORC in queste aree geografiche. (Più di 9 intervistati su 10 sono stati vittime di attività ORC, secondo la National Retail Federation e l'edizione del 2017 della sua indagine Organization Retail Crime ). Oltre ad identificare gli eventi di perdita, i retailer hanno il compito di prepararsi per il futuro e di cercare di capire come stare al passo con la concorrenza locale, regionale o globale, proteggendo al tempo stesso le scorte che già possiedono.

Immaginate di disporre in un unico dashboard di molteplici fonti di dati che consentano di comprendere non solo le attività di prevenzione delle perdite, ma anche le informazioni sul traffico di visitatori e sull'inventario per aiutare i retailer ad analizzare il modo in cui questi componenti si inquadrano nel proprio ecosistema di ammanchi complessivo. Pensate come sarebbe utile poter avere informazioni sulla prevenzione delle perdite da fonti di dati esterni, come il meteo, per prevedere la domanda di prodotti stagionali ad alto valore e ad alto rischio di furto, come l'abbigliamento e le calzature, e da fonti interne al punto vendita, come le transazioni di vendita dei dipendenti, per ottenere informazioni sulle ragioni alla base di resi, sostituzioni e rimborsi, nonché sugli errori nelle vendite e su ciò che contribuisce a queste tendenze di perdita. Questi parametri collettivi forniscono ai rivenditori una visione unificata dei potenziali impatti degli ammanchi sul business.

Utilizzando i dati comportamentali dei consumatori in combinazione con le condizioni di vendita e di mercato, i retailer saranno in grado di comprendere con maggiore precisione tutto ciò che accade all'interno dei propri punti vendita. Questo dashboard porterà nuovi dati, personalizzati per ogni operazione di retail, avendo la possibilità di confrontare i dati con altri dati nello stesso mercato verticale. Questo consentirà di portare le operazioni predittive e proattive ad un livello completamente nuovo. I retailer saranno in grado di analizzare l'andamento dei tassi di allarme in base ai filtri applicati e di vedere una panoramica dei tipi di allarmi che si verificano, per esempio gli allarmi di rilevamento di lamine metalliche e disturbatori di frequenza. Inoltre, saranno in grado di vedere in che modo il traffico all'interno del negozio influisca sulla quantità delle attività di allarme. Questo può aiutare ad evidenziare tendenze inusuali, per esempio la presenza di un numero elevato di allarmi, mentre il traffico nel negozio è molto basso, o viceversa. Essere in grado di analizzare modelli insoliti e individuare l'origine dei problemi in tempo quasi reale aiuta i retailer a controllare meglio le perdite e a rimanere competitivi.

Un database collegato con una reportistica avanzata può rendere tutto questo una realtà per i retailer. Dati utilizzabili, come l'assegnazione di un valore monetario agli eventi di perdita sulla base di parametri specifici, possono favorire la produttività e la redditività. Grazie a un unico database che collega i dati provenienti da sistemi storicamente disparati, i retailer non solo possono finalmente esaminare le informazioni da un unico punto, ma possono anche adattare le strategie di prevenzione delle perdite per prendere decisioni più efficaci e basate sui dati e, in ultima analisi, migliorare le prestazioni del punto vendita.

Possono fare importanti investimenti in infrastrutture, formazione e tecnologia senza doversi chiedere se questo possa fare una differenza misurabile. La capacità di disporre di tali dati, di prepararsi e di prevederli, può distinguere i retailer e fidelizzare i clienti grazie a un inventario perfezionato, alla riduzione degli ammanchi e a esperienze di acquisto più piacevoli.

Capacità di gestione in remoto per il futuro

Mentre il retail si sposta con sempre maggiore decisione verso un modello "sempre attivo, sempre aperto", gli orari di negozio e le attività operative fuori orario continuano a estendersi. Con gli orari prolungati arrivano le spese aggiuntive in quanto i dipendenti devono lavorare più a lungo e più tardi. Qualsiasi sistema di "telelavoro" assumerà un nuovo significato e un nuovo appeal, in quanto la tecnologia permetterà ai retailer di avere meno personale fisicamente presente pur garantendo maggiori risultati, con un netto risparmio di tempo e denaro. È importante che le strategie dei retailer siano conformi a questa nuova linea, ed è qui che entrano in gioco le funzionalità remote. Sfruttando i vantaggi del monitoraggio e della gestione remota delle soluzioni tecnologiche, la diagnostica remota permette al personale di concentrarsi sulla priorità numero uno: i clienti.

I giorni in cui un tecnico IT doveva essere fisicamente presente per riparare qualcosa o controllare il corretto funzionamento di un sistema in negozio sono ormai finiti. Con un centro di diagnostica remota, i punti vendita possono essere completamente connessi e allineati, con dashboard unici per rendere gli operatori più efficienti e reattivi, da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Il facile accesso a diagnostica, a rimedi, audit e avvisi consente il monitoraggio proattivo 24/7 delle apparecchiature EAS collegate, gli aggiornamenti del firmware e la programmazione del servizio. Fortunatamente, i retailer possono adottare immediatamente questa metodologia per la gestione preventiva e le decisioni predittive.

Una soluzione di prevenzione delle perdite davvero connessa

La proliferazione di dispositivi e dati connessi, unitamente a piattaforme tecnologiche perfezionate e meno costose e all'adozione di standard comuni non farà che aumentare l'adozione delle tecnologie dell'IoT in tutto il settore. In futuro, il successo arriderà ai retailer che saranno in grado di connettersi, raccogliere dati e utilizzarli a fondo per ottenere migliori informazioni sulle proprie attività di retail.

Il futuro della prevenzione delle perdite è luminoso e i dashboard integrati quasi in tempo reale con benchmarking e dati di terze parti sono solo l'inizio. La nuova offerta di Tyco Retail Solutions, Shrink Management as a Service (SMaaS), può aiutare i retailer a gestire le differenze inventariali tenendo presenti gli obiettivi futuri e affrontando al contempo le cause profonde. Questo nuovo servizio basato sul cloud consente la gestione dei dispositivi remoti, insieme ad analisi predittive, per controllare gli ammanchi e al contempo migliorare le vendite e ottimizzare la presenza di personale.

Potete scoprire di più sulle nostre offerte SMaaS (Shrink Management as a Service)qui.

 

Condividere

Esplora argomenti correlati

Contattateci per scoprire altro sull'analisi del flusso di visitatori.

Contatti

Rimanete sempre un passo avanti grazie ai nostri articoli, agli approfondimenti e alle ultime notizie.

Scoprite di più
Shopping acquirente di commercio unificato tramite dispositivo mobile
La gente che cammina attraverso un corridoio del centro commerciale